Perchè i designers odiano le vacanze? – 4 ragioni principali

graphic-designer-no-holidaysLe vacanze di Natale sono ormai finite e molti stanno tornando al lavoro. Anche se questo periodo è uno dei più attesi dell’anno, per me e per moltissimi graphic designers è semplicemente un fastidio! Il punto è semplice: si può chiamare “vacanza” un periodo di tempo in cui le preoccupazioni lavorative hanno sempre la meglio su tutto il resto? Lo scopo di un periodo di vacanza è quello di rilassarsi e passare quanto più tempo possibile con la famiglia e gli amici: ma come fare tutto questo quando si ha un mucchio di lavoro accumulato? Ormai ogni anno è la stessa storia: clienti che ci “bombardano”, proprio in questo periodo, di richieste (spesso assurde!!), revisioni e che ci danno delle scadenze improbabili facendo aumentare il nostro già elevato livello di stress!! Non fraintendetemi, perchè non vorrei sembrare ingrato e insensibile alle problematiche lavorative dei nostri giorni! E’ solo che avrei preferito passare questo periodo dell’anno con la mia famiglia e i miei amici, piuttosto che guadagnare qualcosa in più!! Il denaro può essere ottenuto in qualsiasi momento dell’anno, ma la gioia e il piacere di trascorrere le vacanze con i propri cari….non ha prezzo. E credo che molti di voi condivideranno il mio pensiero. Per elaborare ulteriormente questo punto, vi spiegherò i 4 motivi per cui i graphic designer dovrebbero “odiare” le vacanze:

1. Estrema pressione lavorativa

Brochure di Natale, biglietti di auguri, calendari ecc.: questo è un periodo in cui i clienti avranno un frenetico bisogno di materiali di marketing per il loro business. Mi rendo conto che questo “overflow” di lavoro è una cosa positiva, ma allo stesso tempo si dovrebbe evitare di essere dei maniaci del lavoro, soprattutto in vacanza.

2. Scadenze non realistiche

Il rigoroso rispetto delle scadenze è sempre un compito importante per i graphic designers, ma questo diventa molto problematico in prossimità di feste. Questo perché i clienti saranno anche a corto di tempo e richiederanno il loro lavoro creato e stampato in tempi rapidi per le loro campagne di marketing. Per esempio, capitano spesso dei clienti che chiedono un nuovo design per un calendario il giorno prima di Natale!! Ora è ovvio che la scadenza sarà di almeno 2-3 giorni prima di Capodanno, ma vi daranno un termine di un giorno (quasi impossibile!) per completare l’intero progetto di design.

3. Poco tempo per la famiglia

Normalmente, essere in vacanza dovrebbe significare passare più tempo con la famiglia e gli amici. Ma nel caso di un graphic designer, questo discorso è irrealistico perchè si passerà molto tempo a lavorare su “tonnellate” di progetti!! Si può essere fisicamente presenti a casa, ma la vostra mente sarà sempre rivolta a rispettare le scadenze. Quindi, si sarà così assorti nel lavoro che si ignoreranno totalmente la famiglia e gli amici proprio quando se ne avrebbe il tempo.

4. Clienti che pretendono perfezione

Un’altra cosa che non mi piace nei lavori in prossimità delle vacanze è che i clienti diventano troppo esigenti, come se non bastassero le loro critiche durante l’anno (il più delle volte ingiustificate!!). Non so perchè, ma le vacanze tendono ad infondere una maggiore irrequietezza e confusione tra i clienti! Dal momento che stanno investendo su delle promozioni per il loro business, i clienti pretenderanno che tutto sia perfetto e chiederanno così tante revisioni da distruggere fisicamente e moralmente il “povero” designer!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.