Come combattere il plagio

plagio-stopIl plagio si verifica quando una persona o un gruppo, prende in prestito la vostra idea o lavoro senza dirvi niente in anticipo e spacciandolo per loro. La maggior parte delle volte le persone che plagiano il lavoro altrui non traggono profitto da esso, né accademicamente né finanziariamente. Il plagio è relativamente facile da fare ma difficile da rilevare, soprattutto quando viene fatto online. Il plagio non è più difficile da combattere ora che ci sono strumenti e servizi avanzati che le persone possono utilizzare per la protezione dei loro lavori. In questo articolo parleremo di come combattere le persone che si sono “appropriate” in modo scorretto dei vostri disegni, articoli, musica e tutto ciò che può essere soggetto a furto! Impedire alla persone il plagio dei vostri lavori succede un qualcosa che è sempre fuori dal vostro controllo. Ma quando ciò accade, si dovrebbe essere pronti ad affrontare il problema! Così, per aiutarvi a combattere il plagio, nel post di oggi vorrei darvi alcuni utili suggerimenti. Non esitate a commentare e a raccontare le vostre personali esperienze in materia di plagio.

I contenuti più comunemente plagiati

* Articoli

* Design

* Larghezza di banda via hotlinking

* Idee

* Musica

La lotta contro il plagio

Prima di “sparare a zero sui vostri nemici”, si dovrebbe prima cercare la migliore modalità di azione. Ma non preoccupatevi: tutto quello che dovete fare sarà capire e ricordare quello che vi spiegherò di seguito:

METODO PASSIVO

Per fortuna si può contare sui motori di ricerca nella lotta contro il plagio. Ma saranno dei metodi più efficaci per i testi e non tanto per i diversi tipi di supporto come clip video o immagini. Google ha recentemente effettuato un aggiornamento dei suoi algoritmi,  chiamato aggiornamento Panda. Così, Google ha stilato un classifica dei siti web filtrandoli in base ai contenuti di qualità pessima. L’aggiornamento è stato molto utile per i creatori di contenuti originali, perché Google sa chi è venuto prima e darà quindi loro una priorità più alta. Quando si troverà in presenza di un “duplicato”, i crawler diranno al motore di ricerca che si tratta di un duplicato e riceveranno di conseguenza una valutazione negativa che penalizzerà l’indicizzazione del sito web “ladro di contenuti”! Un trucco a buon mercato per garantirvi la proprietà di un materiale è quello di spedirlo via mail a voi stessi! Il timbro e la data dimostreranno che voi siete il proprietario originale del prodotto o idea. Questo metodo funzionerà per articoli, racconti, disegni ecc.

METODO AGGRESSIVO

Tempo fa scoprii che un mio articolo fu copiato interamente da un altro blog con contenuti simili al mio, senza che il blogger abbia citato la fonte. Così ho presentato una segnalazione a Google per far controllare quel sito. Poche settimane dopo, il sito fu rimosso dall’indice del motore di ricerca! Certo, forse è stato un metodo troppo aggressivo!! Un altro modo per combattere il plagio di contenuti è, in primo luogo, parlare civilmente con la persona coinvolta. Se anche questo non lo farà desistere dal suo approccio scorretto, potrete procedere a contattare l’hosting provider e segnalare l’abuso (purché l’opera rubata sia presente online).

Strumenti e servizi utili contro il plagio

Eccovi alcuni strumenti online che vi saranno utili per controllare se i vostri lavori sono stati plagiati:

DMCA : DMCA impedisce la riproduzione illegale e la trasmissione di opere protette da copyright.

Google Alerts : una soluzione gratuita per scoprire se qualcuno ha copiato il vostro lavoro, impostando delle “parole uniche” per i vostri avvisi. Sarete avvisati se verrà trovata una corrispondenza su internet.

Plagiarisma : Si tratta di un sito web utilizzabile gratuitamente e senza dover sottoscrivere alcun tipo di registrazione, che vi permetterà di verificare l’esistenza di contenuti duplicati agendo in maniera automatica previa scelta da parte dell’utente della fonte dalla quale partire.

Myows : un servizio gratuito per aiutare a proteggere le opere di scrittori, designer, fotografi, giornalisti e chiunque sia coinvolto nella creazione di contenuti originali.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.