La differenza fra un logo design abusato e derivato

Data la natura del mio lavoro, vedo e studio loghi tutti i giorni e troppo spesso mi capita di vedere dei concetti nel loro design che possiamo definire “derivati” ed “abusati”. Da ulteriori indagini e discussioni con altri designer, ho imparato che in genere le persone confondono i due termini, pensando che abbiano lo stesso significato! Ma sappiate che…non lo hanno. Nell’articolo di oggi cercherò di fare luce su entrambi i termini, per poter meglio distinguere l’uno dall’altro. Questo post vi darà una buona conoscenza di ogni termine, nonché dove e quando dovrebbero essere utilizzati.

Logo Design “abusato”: comune e banale!

I loghi “abusati” sono quei loghi in cui vi è appunto un abuso del design con cui sono realizzati! Si tratta di concetti di design “cliché” che sono stati utilizzati così spesso che conferiscono al logo un aspetto opaco. Esistono dei simboli per tutti i settori che sono troppo usati dai designers negli anni: anzi, sono stati usati così tanto che non riescono più a distinguere un business dall’altro e fallendo quindi la loro principale missione! Ecco un “grande” esempio che riguarda i simboli più usati nel settore immobiliare:

logo design abusato

Quando la gente guarda dei simboli troppo abusati, istantaneamente creeranno una connessione con qualcosa che hanno già visto! I simboli di una bilancia in un logo di uno studio legale o dei tetti nei loghi immobiliari, sono solo alcuni degli esempi più noti di simboli abusati nel logo design.

Logo Design “derivato”: plagiato e non originale!

I loghi derivati sono basati su immagini, clipart o loghi esistenti creati da qualcun altro! Essi sono essenzialmente “derivati” da un progetto esistente. Il designer che crea un logo derivato, crea sostanzialmente la copia di un altro design facendo soltanto alcuni semplici cambiamenti. Ecco un classico esempio di logo derivato:

logo design derivato

Questa è una pratica molto comune e decisamente improduttiva, specialmente fra i designer “alle prime armi”. Essi tendono a guardare diversi tipi di disegni per poi trarre ispirazione ed idee per i loro progetti. A volte, quando vedono un design che piace, pensano che con una lieve modifica esso potrà apparire poi come unico! Non è proprio così! Anche se questo approccio potrebbe funzionare ed alcuni designer riusciranno a “farla franca”, è altrettanto ovvio che non ci troveremo davanti ad un vero e proprio approccio creativo! Un logo design derivato potrebbe anche portare alla violazione del copyright di un marchio e quindi a dei seri problemi al designer e al suo cliente. Questo porterà inoltre ad una cattiva reputazione del designer a lungo termine. E con il proprio nome nella “lista nera” del settore, sarà difficile poi che a lui / lei venga commissionato un lavoro di design in futuro.

Mi auguro che ora, la differenza tra loghi “abusati” e loghi derivati sia molto più chiara. I design abusati sono quelli più comuni, ma non consentono ad un business di distinguersi nel suo mercato. Invece, i design derivati sono semplicemente dei lavori copiati, perciò dovrebbero essere assolutamente evitati! Ricordate che ogni design deve essere originale. Un progetto unico nel suo genere deve essere un elegante mix di eleganza, innovazione, unicità e ingegno.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.