Il Nuovo Logo Di Bing

Per chi non se ne fosse accorto, qualche giorno fa Microsoft ha reso noto l’aggiornamento del logo di Bing (il suo motore di ricerca), che ora appare più astratto e più in linea con il marchio dell’azienda madre. Anche se non è al livello di Google, Microsoft dimostra di credere molto nel suo motore di ricerca, cambiando non solo il logo, ma dando alla piattaforma un nuovo layout e alcune funzionalità interessanti. Il nuovo logo ha richiesto centinaia di ore di lavoro e generato molte discussioni all’interno dell’azienda sulle forme, dimensioni, font e colori da dargli. Alla fine, la scelta è caduta sul font Segoe e il colore arancione, che è anche uno dei colori presenti nel logo aziendale. La lettera “b” rimane minuscola, ma la parte superiore è ora inclinata con lo stesso angolo della lettera “t” del logo Microsoft. Il simbolo è una “b” stilizzata che evoca un senso di movimento, direzione ed energia. Almeno queste erano le intenzioni del team creativo di Microsoft!

nuovo logo bing

L’aggiornamento, il primo nei 4 anni di storia di Bing, è parte di una missione più grande: convincere i consumatori a pensare in modo diverso riguardo Bing e di come “la ricerca” sia una parte integrante della loro vita!

pagina bing

C’è da dire che fare concorrenza a Google nel campo dei motori di ricerca non è la cosa più facile al mondo, ma se ti chiami Microsoft puoi permetterti almeno di provarci! Anche per questo il colosso di Redmond ha deciso di rivedere il look di Bing, dando al suo motore di ricerca un nuovo logo ma soprattutto delle nuove funzionalità. Infatti, se il nuovo logo è solo una novità di tipo estetico, il vero cambiamento è rappresentato dalla nuovissima interfaccia utente e dall’introduzione di 3 nuove funzionalità chiamate Glance, Page Zero e Pole Position. L’attuale layout a 3 colonne, formato da risultati delle ricerche, Snapshot e Social Sidebar, è stato ridotto a due colonne. La seconda novità è Page Zero. Se l’utente inizia la digitazione di una qualsiasi query verranno mostrate subito le risposte e potrà eseguire un task prima ancora di scorrere la pagina dei risultati. Infine la terza funzionalità è chiamata Pole Position e tende a sfruttare il search repository Satori permettendo di realizzare una “disambiguazione intelligente”, mostrando nella parte superiore della pagina i risultati delle query che l’utente si aspetta di vedere. Le nuove funzionalità del motore di ricerca saranno disponibili su tutti i dispositivi, indipendentemente dalla dimensione dello schermo. Inoltre, la piattaforma Bing non sarà un’esclusiva dei servizi Microsoft, ma verrà offerta ad altre aziende, tra cui Facebook, Twitter e LinkedIn. Anche gli sviluppatori potranno realizzare applicazioni web che sfruttano le funzionalità di Bing. Apple, ad esempio, usa il motore di ricerca Microsoft per le risposte vocali di Siri in iOS 7!

Cosa dire del nuovo logo di Bing? Beh..si tratta di un’innovazione interessante che fa parte di un progetto molto ambizioso, per non dire utopistico!! Solo il tempo ci dirà se alla Microsoft avevano ragione. Tuttavia, sono molti gli affezionati del vecchio logo che hanno storto il naso alla notizia. Personalmente, il precedente logo di Bing era molto appropriato e particolare….ma strategie aziendali ambiziose richiedono necessariamente dei cambiamenti drastici! Non c’è che da aspettare: il tempo è sempre il miglior giudice. Per un raffronto, ecco come si presentava il vecchio design del logo Bing….

vecchio logo bing

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.