Evoluzione del logo di 15 case automobilistiche

Il marchio è la risorsa più importante di un’azienda ed è anche uno strumento per la leadership sul mercato. Un marchio definisce la vostra attività, i prodotti e i servizi offerti: si tratta di una garanzia di qualità! Ci sono un sacco di storie affascinanti associate ai marchi aziendali: di seguito vorrei condividere con voi la storia e l’evoluzione di 15 marchi di famose aziende automobilistiche.

Alfa Romeo

logo-alfa-romeo-design-motor-auto

L’Alfa Romeo, casa automobilistica italiana, trae le sue origini in Francia. La società è stata inizialmente fondata come Società Anonima Italiana Darracq (SAID) nel 1906 dalla società automobilistica francese di Alexandre Darracq con alcuni investitori italiani. Dopo la fallita partnership uno degli investitori, il Cavalier Ugo Stella, trasferì la società e le diede il nome Anonima Lombarda Fabbrica Automobili o ALFA. Il primo logo ALFA è stato progettato nel 1910 da Romeo Cattaneo e ha una storia interessante. Il signor Cattaneo una volta era ad una fermata del tram di Piazza Castello a Milano e fu ispirato dalla bandiera con la croce rossa simbolo della città di Milano e dallo stemma della nobile casa dei Visconti (il simbolo è caratterizzato da un Biscione con un uomo tra le fauci, per il fatto che la famiglia era sempre pronta a distruggere i suoi nemici!). Le parole ALFA e MILANO sono stati scritte attorno ai due simboli separati da due nodi della dinastia Savoia, in onore del regno d’Italia. Nel 1916 l’uomo d’affari napoletano Nicola Romeo acquistò la società e la convertì in un’azienda di munizioni e macchinari a causa della Prima Guerra Mondiale. Nel 1918 il distintivo è stato ridisegnato da Giuseppe Merosi per includere le parole ALFA ROMEO. Dopo la guerra l’azienda tornò a produrre automobili.

 


 

Aston Martin

logo-aston-martin-design-motor-auto

Aston Martin è un’azienda britannica di automobili sportive di lusso fondata da Lionel Martin e Robert Bamford nel 1913. Inizialmente i due hanno iniziato a vendere automobili sportive fatte da Singer, ma poi cominciarono a produrle in proprio. La loro prima auto fu chiamata Aston Martin, dal nome di uno dei fondatori e dalla Aston Clinton Hill Climb Racing Course, la prima corsa che vinse l’auto fatta da Singer. Nel 1959 l’auto fece la sua comparsa nella saga di James Bond con una Aston Martin DB Mark III, che contribuì a diffondere il nome Aston Martin in tutto il mondo.

Audi

logo-audi-design-motor-auto

Audi è un marchio tedesco che produce automobili e fa parte del Gruppo Volkswagen. La società è stata fondata da August Horch come A. Horch & Cie nel 1899 e la sua origine ha una storia molto interessante. August Horch, un ingegnere tedesco, fu costretto a lasciare la sua azienda nel 1909, però continuò ad utilizzare il vecchio nome Horch. Tuttavia il suo ex socio lo denunciò per violazione di marchio aziendale e così fu costretto a cercare un altro nome. Nel corso di una riunione a casa di un suo socio in affari Franz Fikentscher, il figlio di quest’ultimo, che in quel momento stava studiando latino, si avvicinò a lui e gli suggerì il nome Audi ( che è la traduzione latina di Hoch, che significa “ascoltare”). L’idea fu accettata con entusiasmo da tutti i presenti alla riunione! Così la società fu chiamata Audiwerke GmbH nel 1910.Nel 1932, i quattro costruttori di automobili Audi, Horch, DKW eWanderer si fusero per formare Auto Union. I quattro anelli interconnessi, che sarebbe poi diventato il logo Audi moderno, era in origine il logo della Auto Union. Inizialmente il logo Auto Union è stato utilizzato solo per le auto da corsa e le quattro società continuarono a produrre auto con il proprio marchio. Infine nel 1985, l’Auto Union Audi diventò l’azienda che oggi conosciamo. Nel 2009, Audi ha introdotto il nuovo logo che è anche quello attuale. Il logo moderno Audi presenta una texture tridimensionale e ombre, con conseguente immagine cromata. Il nome di Audi è ora più piccolo e si è allontanato dal centro verso l’angolo in basso a sinistra, mentre il carattere è cambiato.

 


Cadillac

logo-cadillac-design-auto-motors

Quando Henry Ford fondò la Henri Ford Company decise di abbandonare il marchio Cadillac. Ma un giorno, l’ingegnere Henry M. Leland convinse dei finanziatori a mantenere il patrimonio aziendale. Il nome Cadillac deriva dall’aristocratico Antoine de La Mothe, Seigneur de Cadillac (Sir di Cadillac) e lo stemma della famiglia de La Mothe è stata utilizzato come logo della società per la prima volta nel lontano 1906. Antoine de La Mothe, nato in Francia, fu costretto a trasferirsi in America (alcuni dicono per un crimine commesso, altri per un debito che non riusciva a pagare!) dove assunse una nuova identità e dove cambiò anche lo stemma familiare. Nel 1998 la società iniziò a ridisegnare il proprio logo sotto la filosofia “Arte & Scienza”. Il nuovo logo fu finalmente svelato nel 2002 e non aveva più i sei uccelli (Merlettes), la corona e le “creste” e si diceva fosse stato progettato da Piet Mondrian. Nel 2009, come parte della nuova campagna di marketing, il vice-presidente Bob Lutz decise di far rivivere e diffondere l’immagine della General Motors nel mondo, affidando al direttore generale Cadillac  Bryan Nesbitt il restyling del logo che ora si presenta come una versione ottimizzata di quello vecchio.

Chrysler

logo-chrysler-design-auto-motors

La società è stata costituita da Walter Percy Chrysler, il 6 giugno 1925, con le restanti attività della Maxwell Motor Company. I fulmini sopra e sotto il nome sono in realtà delle “Z”, un omaggio al primo prototipo costruito da Chrysler, che prese il nome di “Zeder”, dal capo ingegnere Fred Zeder. A partire dagli anni ’80 Chrysler adottò un logo molto più moderno. Alla fine degli anni ’90 il logo cambiò ancora, con l’aggiunta di ali che hanno dato al marchio un aspetto molto più gradevole. Dopo che la FIAT acquistò il marchio Chrysler, il logo è stato ulteriormente modificato con il disegno di un’ala più moderna anche se parecchi vedono una certa somiglianza con il marchio Aston Martin.

Citroen

logo-citroen-design-auto-motors

La doppia freccia che si trova nel logo Citroen ha una storia interessante. Il fondatore del marchio, Andrè Citroen, era affascinato dagli ingranaggi in legno con denti a spirale prodotti da un inventore polacco partner commerciale di Andrè Citroen. Egli decise all’inizio di produrre acciaio, acquistò la licenza e aprì una fabbrica a St. Denis, in Francia. Questo lavoro portò subito molti profitti e notorietà, basti pensare che dei pezzi prodotti nella fabbrica Citroen furono utilizzati per la costruzione del Titanic! Nel 1919 la fabbrica iniziò a produrre automobili e il logo era di forma ottogonale con 2 frecce color oro su sfondo blu. Dopo molti alti e bassi, nel 2009 il nuovo logo Citroen è rappresentato dall’idea iniziale del suo fondatore. Il design è stato curato dalla società Landor e la forma tridimensionale rappresenta le nuove tendenze del settore automobilistico. La scritta Citroen mantiene il suo tradizionale colore rosso, per simboleggiare un ponte tra passato e futuro.

FIAT

logo-fiat-design-auto-motors

Fabbrica Italiana Automobili Torino (FIAT) è stata fondata a Torino nel 1899 da un gruppo di investitori tra cui Giovanni Agnelli che più tardi divenne l’Amministratore Delegato della società. Per celebrare questo evento fu creato un manifesto e il nome della società in alto a sinistra del poster divenne il primo logo della società. Nel 1901 la società cambiò il suo logo con una lastra di ottone con il nome FIAT al centro. Nel 1925 il logo divenne circolare, rispetto alla forma ovale del 1904. La corona d’alloro attorno al cerchio era per celebrare la vittoria della società nella prima gara di auto a cui partecipò. La forma del marchio continuò a cambiare continuamente nel corso degli anni e ritornò alla forma circolare nel 1999. Il nuovo logo FIAT fu lanciato per la prima volta nel 2006 su una Bravo.

Mazda

logo-mazda-design-auto-motors

La compagnia prende il nome da un Dio chiamato West Asian Ahura Mazda, il dio della saggezza, intelligenza e armonia. La società fu costituita nel 1920 come Toyo Cork Kogyo Co. a Hiroshima, in Giappone. Inizialmente l’azienda produceva sughero, perchè a quei tempi in Giappone vi era una carenza di questo materiale. Nel 1927, con l’ingresso di Jujiro Matsuda, si iniziò a produrre automobili. Dopo la Seconda Guerra Mondiale l’azienda registrò il marchio Mazda e lanciò il primo logo. La curva nella lettera “M” è stata ispirata dalla città di Hiroshima. Il logo del 1936 era una combinazione di “M” curve, delle “ali” che simboleggiavano l’agilità, la velocità e la capacità di volare a nuove altezze della società. Il logo attuale è stato disegnato da Rei Yoshimara nel 1997, ed è stato soprannominato logo “civetta”. Secondo Mazda la “M” evoca l’immagine di ali in volo, trasmettendo l’idea di uno sguardo al futuro dell’azienda. La “V” al centro della “M” simboleggia un ventaglio che rappresenta la creatività, vitalità, flessibilità e la passione della Mazda.

Mitsubishi

logo-mitsubishi-design-motors-auto

La famiglia Iwasaki, che inventò il marchio Mitsubishi, visse nel Giappone feudale nel 1854 e ha dovuto attraversare periodi estremamente difficili. Quando Yataro Iwasaki era a scuola un giorno fu chiamato a casa, perché suo padre è stato ferito durante un litigio con il capo del villaggio. Chiese a un magistrato locale di sentire la versione di suo padre e, quando il magistrato rifiutò, accusò l’uomo di corruzione. Yataro fu così condannato a 7 mesi di carcere. Quando uscì e con l’abolizione del sistema feudale, diede vita a una compagnia di navigazione che chiamò Mitsubishi. Più tardì, un membro della quarta generazione degli Iwasaki, Kayota, trasformò l’azienda nel colosso automobilistico attuale cambiandogli il nome in Mitsubishi Motors. Il logo dell’azienda è una combinazione dello stemma della famiglia Iwasaki e di tre diamanti “impilati”. La traduzione ufficiale del logo è appunto “tre diamanti”.

Opel

logo-opel-design-auto-motors

L’azienda, che all’inizio produceva macchine da cucire, fu fondata da Adam Opel. Nel 1895,lla sua morte, l’impresa fu rilevata dai figli che iniziarono a produrre automobili e lanciarono la prima auto tre anni più tardi. Dopo il 1906, ci sono state molte versioni del logo ovale introdotto e dal 2002 è stato aggiornato, rispettando lo stile di disegno 3D di questa era. Con l’introduzione nel 2008 della Insignia, che ha raggiunto nel 2009 il titolo di Car of the Year in tutto il mondo, l’azienda ha introdotto un nuovo logo per rafforzare la sua immagine. Il nuovo logo ha aggiunto l’iscrizione OPEL nella parte superiore del cerchio.

Peugeot

logo-peugeot-design-auto-motors

La Peugeot è una grande marca automobilistica francese ed è stata avviata da due fratelli, Jean-Pierre e Jean-Frédéric Peugeot nel 1812. La società è stata una acciaieria per decenni, producendo prodotti diversi come macchine utensili, abiti in crinolina, ombrelli, ruote a raggi, ferri da stiro, macchine da cucire, accessori da cucina. Nel 1855, la società ha iniziato a fare biciclette ed è stato uno dei maggiori produttori di biciclette in Francia. Da li a poco l’azienda entra nel settore automobilistico. Il logo del leone Peugeot è ispirato alla bandiera della Regione Franche-Comté e fu progettato da un gioielliere, Blazer Justin, nel 1847.

Porsche

logo-porsche-design-auto-motors

Porsche, un produttore tedesco di automobili di lusso a prestazioni elevate, ha iniziato l’attività di costruttore con una compagnia chiamata “Dr. Ing. h. c. F. Porsche GmbH “di Ferdinand Porsche. Inizialmente la società non voleva costruire autovetture con il proprio nome, ma offriva soltanto consulenze per la costruzione di veicoli a motore. Questa azienda è nota per la progettazione della prima vettura Volkswagen, la Volkswagen Beetle. Ferdinand trasformò questa azienda in Porsche nel 1931, ma la prima vettura Porsche non è stata introdotta fino al 1939. Nel 1950 Ferdinand Porsche decise di progettare un logo che simboleggiasse la città di Stoccarda, città dove era situata la fabbrica. Dopo diversi progetti, uno degli ingegneri di Porsche, Franz Xaver Reimspiess, ebbe l’idea definitiva con un cavallino rampante per simboleggiare la spinta propulsiva in avanti dei loro motori. Purtroppo il fondatore morì nel 1951 prima che il logo fosse stampato sulla prima vettura, la Porsche 356, che fu immessa sul mercato nel 1952. Lo scudo Porsche cambiò poco nel corso degli anni e ora è presente sullo sterzo, sulle ruote e sui cerchioni.

Renault

logo-renault-design-auto-motors

Louis Renault, il fondatore della Renault, ha prodotto la sua prima vettura nel cortile di casa quando aveva appena 21 anni. Quando cominciò a ricevere ordinativi da molte imprese, cominciò a costruire più automobili costituendo con i suoi fratelli e amici in Francia nel 1898 la Société Renault Frères. Il primo logo Renault fu introdotto nel 1900 ed era costituito dalle iniziali dei fratelli Louis Ferdinand e Marcel. Nel 1906, il logo è stato cambiato nel frontale di una macchina racchiuso in una ruota dentata. Durante la Prima Guerra Mondiale, la Renault produsse carri armati leggeri per gli Alleati. Così cambiò il suo logo in un carro armato dopo la guerra a causa della popolarità del suo carro armato, il Renault FT-17. La forma di diamante, che appare nel logo della società fino ad oggi, è stato introdotto nel 1925. Victor Vasarely disegnò il logo moderno Renault nel 1972.

Rolls Royce

logo-rolls-royce-design-auto-motors

Charles Stewart Rolls e Henry Royce hanno fondato la Rolls Royce Limited in Gran Bretagna nel 1906. La società ha prodotto automobili e motori per aeromobili. Nel 1973, la Rolls Royce Motor Company è stata separata dalla casa madre, che è stata nazionalizzata a seguito di una grave crisi nel 1971. Nel 1884 Henry Royce, uno dei fondatori della Rolls Royce, produsse la sua prima auto, una due cilindri Royce 10, nella sua fabbrica di Manchester nel 1904. L’intenzione dei due fondatori era quello di creare una società che sarebbe poi dovuta diventare la fabbrica delle ‘migliori auto del mondo ‘. Il nome della società “Rolls Royce” deriva dal cognome dei fondatori dell’azienda, Henry Royce e Charles Rolls. Nel 1971, l’azienda e, successivamente, il marchio si sono suddivise costituendo la Rolls-Royce e Bentley Motors Ltd. Nel 1998, tale licenza è stata ritirata quando i marchi dell’autovettura sono stati venduti da Rolls-Royce plc ad una società, la BMW, ed è ora conosciuta come Rolls-Royce Motor Cars Ltd. Questa azienda oggi produce auto di lusso e accessori in nome di Rolls-Royce con sede a Goodwood, in Inghilterra. Il suo sistema di identità e marchio sono coerenti con i principi originali della società fondata oltre 100 anni fa.

Saab

logo-saab-design-auto-motors

La società automobilistica Saab ha iniziato la sua attività producendo aeromobili nel 1937, per soddisfare le esigenze militari svedesi, prendendo il nome di Svenska Aeroplan Aktiebolaget (o semplicemente SAAB). Dopo la seconda guerra mondiale, la società SAAB iniziò a diversificare la sua attività producendo automobili. Nel 1947, la Saab produsse la sua prima auto, chiamata SAAB 92 (perché era il design nuemero 92 della società, tutti i modelli precedenti erano gli aerei!). Il logo con la testa di un animale mitologico che aveva un corpo di leone e una testa d’aquila, è venuto da Vadis-Scania, un produttore di camion che si è fuso con la Saab. Il “Grifone” è stato uno stemma della provincia di Scania. Nel 2000, la Saab  è stata acquisita da General Motors (100% del capitale) e solo da poco la GM ha annunciato di aver completato la vendita di Saab alla Spyker Cars NV.

Condividi suShare on Facebook21Tweet about this on Twitter2Share on Google+1Share on Reddit0Pin on Pinterest22

3 Responses to “Evoluzione del logo di 15 case automobilistiche”

  1. Christian Says:

    Articolo interessantissimo, grazie tante! Ero sempre stato curioso di conoscere l’origine di alcuni marchi automobilistici…

  2. Blog Creazione Loghi - WebLogo.it Says:

    [...] maggiori informazioni e curiosità sui loghi automobilistici, vi invito a consultare questo articolo. Articolo pubblicato in Loghi aziendali, Storia di Loghi and tagged 10 Loghi Di Case [...]

  3. Evoluzione del logo: Fiat e Chrysler - Says:

    […] Da studiare anche l’Evoluzione del logo di 15 case automobilistiche […]

Lascia un Commento

*