Come Gestire il Colore con Photoshop

La gestione del colore è un argomento importante per chi lavora nel campo della grafica. Anche se questo articolo non vi permetterà ancora di padroneggiarlo completamente, vi fornirà una grande panoramica sull’argomento con consigli pratici per la gestione dei colori in Photoshop (leggi anche I Migliori 10 Plugins di Photoshop).

Nello specifico, vi illustrerò come convertire le vostre immagini dalla modalità RGB alla modalità CMYK e l’effetto che questa modifica avrà sui colori all’interno dell’immagine. Poi daremo uno sguardo a come personalizzare le impostazioni del colore in base alle proprie esigenze, come sincronizzare il vostro profilo colore su tutte le tue app Adobe CC, aggiungere un particolare profilo colore fornito dalla tua stampante e visualizzare in anteprima una versione CMYK del vostro progetto senza perdere alcuna informazione in RGB.

Come Gestire il Colore con Photoshop – Come Convertire Un Colore RGB in CMYK

RGB è l’acronimo di Red-Green-Blue (rosso-verde-blu). In RGB si ha accesso a molti più colori rispetto a quelli che poi usciranno in fase di stampa. Quando stampate le vostre immagini, avete infatti accesso ai soli Cyan, Magenta, Yellow e Black (CMYK, dove “K” sta per “key”, chiave).

Quando iniziate con un documento in modalità RGB e lo convertite in CMYK, perderete sicuramente alcuni dei colori e parte della vividezza all’interno di quell’immagine (leggi anche Guida all’Uso dei Colori CMYK e Pantone). La ragione per cui questo accade è perché lo spazio colore RGB ha molti più colori del CMYK. Un modo per evitarlo è utilizzare il sistema di gestione del colore nativo di Photoshop.

Diamo ora un’occhiata a cosa succede quando convertite un’immagine RGB in CMYK per la stampa.

1. Metodo Immagine

Come Gestire il Colore con Photoshop

Per ripristinare la modalità colore da RGB a CMYK in Photoshop, è necessario andare su (Image-Mode) Immagine>Metodo. Qui troverete tutte le opzioni di colore e potete semplicemente selezionare CMYK.

2. Profilo Colore

Come Gestire il Colore con Photoshop

Una volta fatto ciò, Photoshop vi avviserà che state per convertire un’immagine in CMYK usando il profilo specifico che verrà elencato nell’avviso. L’avviso vi indicherà inoltre che questo potrebbe non essere ciò che intendete fare e vi mostrerà persino il percorso dove poter scegliere il profilo corretto.

3. Implementare il Cambiamento

Come Gestire il Colore con Photoshop

Dopo aver fatto clic su OK, dovreste vedere un leggero spostamento del colore. Ora siete nello spazio colore CMYK. Siete riusciti a vedere la differenza di vividezza e la riduzione dei colori? Potrebbe essere un cambiamento sottile, a seconda del monitor.

Come Gestire il Colore con Photoshop – Impostazioni Colore

Ora bisogna acquisire familiarità con la conversione, cercando di averne un maggiore controllo. Per ottenere il risultato migliore, è necessario regolare il profilo del colore in base alla stampante, all’inchiostro e alla carta in uso.

La procedura migliore è ottenere un profilo di gestione del colore dalla stampante, quindi installarlo sulla macchina e sincronizzarlo con il resto delle applicazioni. Ma questo lo vedremo in seguito.

Tuttavia, se non si dispone di tali informazioni, le seguenti sono le impostazioni standard che funzioneranno nella maggior parte delle situazioni.

1. Trova le Tue Impostazioni Colore

Come Gestire il Colore con Photoshop

Per avere il pieno controllo della conversione, avete bisogno di trovare le impostazioni ottimali del colore, che si trovano sotto il menu Modifica nella parte superiore dello schermo (Edit-Color Settings o Modifica-Impostazioni Colore) oppure premendo i tasti Maiusc+Ctrl+K.

2. Esplorare le Impostazioni Standard

Come Gestire il Colore con Photoshop

Se è la prima volta che aprite le impostazioni del colore, supponendo che nessuno abbia apportato modifiche, state ora osservando le impostazioni del colore standard. Queste impostazioni funzioneranno nella maggior parte dei casi, tuttavia, se si intende inviare la propria grafica ad una stampante commerciale, bisogna chiedersi quale specifica impostazione di colore si desidera venga utilizzata. Vediamo ora come è strutturata questa finestra.

3. Scegliere una Regione Specifica

Come Gestire il Colore con Photoshop

Partendo dall’alto, si trova una sezione Impostazioni (Settings). Se cliccate sul menu a discesa, troverete diverse impostazioni. Selezionate innanzitutto la vostra Regione (nel nostro caso, Europa).

4. Selezionare uno Spazio di Colore RGB

Come Gestire il Colore con Photoshop

Successivamente, bisognerà esaminare lo spazio colore RGB da cui si convertirà. Non c’è solo uno spazio cromatico RGB, in realtà ne avete molti tra cui scegliere. Potreste testarli per trovare quello che funziona meglio per il vostro monitor e flusso di lavoro, ma va bene lasciarlo così com’è.

5. Selezionare uno Spazio di Colore CMYK

Come Gestire il Colore con Photoshop

Ora bisognerà esaminare lo spazio cromatico CMYK in cui il file verrà convertito. Qui andranno applicate le stesse regole di quando si sceglie lo spazio cromatico RGB corretto.

6. Opzioni di Conversione

Come Gestire il Colore con Photoshop

L’ultima impostazione importante da esaminare sarà all’interno delle opzioni di conversione. Cliccate sul menu a discesa su Intent (Intento) e vedrete quattro diverse opzioni.

Quello che funziona meglio la maggior parte delle volte è il “Colorimetrico relativo”, ma assicuratevi di provare anche gli altri per vedere se funzionano meglio per il vostro lavoro. Ricordate che se non siete sicuri di quale scegliere, lasciate semplicemente così com’è o cercate “suggerimenti” alla vostra stampante.

Come Gestire il Colore con Photoshop – Sincronizzazione Impostazioni Colore

Ci sono altre cose da sapere sulla gestione del colore in Photoshop. In questa sezione, vi mostrerò come sincronizzare le impostazioni dei colori su tutte le tue app Adobe, aggiungere un nuovo profilo colore fornito dalla vostra stampante e visualizzare in anteprima una versione CMYK di un’immagine RGB.

1. Sincronizzare le Impostazioni Tra le App

Come Gestire il Colore con Photoshop

Una volta configurato, bisognerà utilizzare Adobe Bridge per sincronizzare tutte le applicazioni con le stesse impostazioni di colore. In questo modo avrete la stessa esperienza con Photoshop CC, Illustrator CC e InDesign CC.

Per far questo, tutto ciò che dovete fare è avviare Adobe Bridge, nella parte superiore dell’applicazione, quindi selezionare Modifica-Impostazioni colore. Sarà quindi possibile scegliere quale impostazione si desidera sincronizzare su tutte le applicazioni. Quindi cliccate su Applica e la sincronizzazione avverrà in automatico.

2. Aggiungere Un Nuovo Profilo Fornito Dalla Vostra Stampante

Come Gestire il Colore con Photoshop

Sarebbe grandioso se la vostra stampante fosse in grado di fornirvi le impostazioni di colore ottimali. Per inserirli nelle vostre applicazioni, andate di nuovo in Modifica-Impostazioni Colore e, in alto a destra, seleziona l’opzione (Load) Carica. Questo vi consentirà di cercare il nuovo profilo fornito dalla vostra stampante.

Selezionate quindi il profilo corretto, scegliete (Open) Apri e lo vedrete caricato nelle impostazioni del colore. Cliccate poi su OK per accettare questo cambiamento. Sarà anche possibile creare nuove impostazioni per il colore e salvarle per un uso futuro.

3. Anteprima Versione CMYK

Se volete mantenere il vostro documento e lo spazio di lavoro RGB, ma volete vedere come apparirà quando lo stampate, andate nel menu Visualizza e scegliete (Proof Colours) Prova Colori. Questo vi permetterà di vedere la conversione CMYK senza perdere nessuna delle informazioni RGB.

Alcuni vantaggi del lavorare in RGB è che la dimensione del file sarà più piccola e sarete in grado di accedere più facilmente a tutte le funzionalità di Modifica in Photoshop.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.