Come Disegnare Una Figura Umana

Disegnare una figura umana è un’abilità fondamentale per gli artisti, ma uno delle più difficili da padroneggiare in maniera efficace.

Come Disegnare Una Figura Umana

In questo articolo, cercherò quindi di spiegarvi nella maniera più semplice possibile tutte le fasi del processo e alcuni consigli utili per aiutarvi a migliorare i vostri disegni. Nello specifico, vedremo come disegnare una figura femminile. Il tutorial, che reputo uno dei migliori, è stato realizzato secondo le linee guida di una grande artista come Patrick Jones.

Sebbene sia importante conoscere le proporzioni delle figure, tenete presente che questa è solo una guida e che per raggiungere lo stile desiderato bisogna lavorare molto sulla gestualità, lo spirito della posa e la natura fluida delle linee. Il seguente disegno è stato realizzato con la tecnica del disegno a carboncino.

1. Iniziare Con Forme Semplici

La fase iniziale necessita di un alto grado di attenzione, perché rappresenta le fondamenta del disegno. Per lo schizzo iniziale è stato usato un piccolo pezzo di carboncino largo due dita. Disegnate le proporzioni di base, apportando le modifiche necessarie, specialmente se lavorando sulla base di una foto.

2. Aggiungere Linee Più Sofisticate

Iniziare a disegnare figure con forme di base rende più semplice disegnare linee più sofisticate. Nella figura sopra, l’artista ha disegnato il viso usando piccole forme all’interno di una grande forma. Disegnare a mano consente di usare il ritmo del nostro braccio piuttosto che il polso rigido per fare i nostri segni. Vi dà la libertà di disegnare lunghe linee fluide su carta.

3. “Esagerate” Le Curve

Se state disegnando sulla base di una foto, dovete analizzare costantemente il riferimento fotografico. A ben guardare, quello che sembra essere un piede è in realtà la torsione della caviglia. Bisogna quindi cercare di disegnare la forma classica di un piede per rendere più chiaro il disegno. Dovete praticamente migliorare ciò che osservate nella foto in termini di marcatura artistica. Notate quante volte l’artista ha esagerato le curve per rendere il disegno più vivace.

4. Elaborare Toni Ampi Con il Carboncino

A questo punto bisogna verificare che il disegno abbia una struttura solida. Date alla figura degli ampi toni con il carboncino. Ricordate, il nostro obiettivo qui è interpretare il riferimento fotografico. Se valutiamo il successo della nostra opera in base a quanto più assomiglierà alla foto, finiremo con l’ottenere un disegno rigido che sembrerà una foto distorta.

5. Unire il Tono alla Forma

Fino ad ora l’artista ha manipolato il tratto alla struttura complessiva. Il risultato è certamente un disegno ben fatto, ma niente di elegante. Questo è il punto focale dal quale possiamo delineare il nostro stile. Usando un fazzoletto di carta, mescoleremo il tono alla forma e sfumerà il disegno, dandoci una seconda possibilità di disegnare meglio sopra di esso.

6. Aggiungere Più Segni Tonali

Ora l’artista sta apportando piccoli aggiustamenti strutturali e sta aggiungendo più gesti tonali con l’aiuto di un dito, sfumando i bordi del disegno. Questa fase richiede pochi minuti. Da questo punto in poi, si passerà ad esplorare ulteriormente lo stile nel disegno.

7. Ricordate, Se Sembra Sbagliato…è Sbagliato!

Ora bisogna usare le ombre per “spingere” i segni della forma, ma l’artista ha deliberatamente omesso l’ombra del processo xifoideo (il piccolo osso sotto l’arco a punta della gabbia toracica). Anche se è corretto, viola una delle leggi artistiche: se sembra sbagliato, è sbagliato…anche se è giusto!

8. Utilizzare Un Pezzo di Carta Per Le Rifiniture

Usando un pezzo o un foglio di carta, bisogna ora “sfumare” il carboncino che è già sulla carta, piuttosto che utilizzarne altro. Ciò mantiene il disegno leggero e fresco. Il foglio di carta evita che il disegno si macchi.

9. Creare Punti Focali Con Una Gomma

L’artista “disegna” i punti salienti con una gomma da cancellare! La gomma viene quindi usata come uno strumento da disegno piuttosto che uno strumento di correzione. Lo fa lentamente, specialmente nelle prime fasi. Disegnare velocemente è un falso mito, perché la fretta ci farà passare più tempo a correggere gli errori che a disegnare.

10. Prendersi Una Pausa

Prendetevi una breve pausa dal disegno e ritornate qualche tempo dopo con un “occhio nuovo”. Fare una pausa aiuta a vedere gli errori più chiaramente al ritorno. Ad esempio, nel processo di creazione, l’artista si era accorto che il seno era troppo vicino all’altro e che la gabbia toracica era troppo liscia. Fatto questo, si passa alla parte finale.

11. Aggiungere Uno Sfondo

Per creare un background l’artista ha utilizzato una larga striscia di carbone, poi la “sbava” con un panno di camoscio, giocando con le trame. Questa tecnica viene utilizzata da alcuni artisti per i segni astratti, per radicare la figura e aggiungere stile.

12. Introdurre Elementi di Fantasia

In questa immagine, l’artista ha immaginato una vampira in trance assetata di sangue! Con grandi bastoncini di carboncino ha disegnato quindi forme astratte, poi ha aggiunto disegni a matita per decorazioni sui seni e ha utilizzato gomme dure per evidenziare i particolari.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.