9 Consigli Per Scegliere il Naming di un Marchio

Finalmente siete pronti per lanciare il vostro nuovo business. Manca solo una “piccola” cosa: il nome perfetto per la vostra startup, prodotto, app, ecc. Avere un nome perfetto per il proprio business non è semplice, soprattutto perché deve rappresentare perfettamente la vostra visione aziendale in una o due parole. Il processo di creazione del nome di un marchio è chiamato naming che, più specificatamente, è la branca del marketing che studia la scelta dei nomi per prodotti, servizi e aziende.

9 Consigli Per Scegliere il Naming di un Marchio

Come Scegliere il Naming

Il successo di un business dipende anche dall’individuazione di un naming appropriato e vincente: questo fattore costituisce la memoria stessa di un prodotto e di un’azienda e ne definisce il posizionamento sul mercato di riferimento.

Una scelta errata o superficiale, infatti, potrebbe causare equivoci e riflettersi negativamente sulle vendite del prodotto e sull’immagine dell’azienda. Senza contare che cambiare un nome “in corsa”, potrebbe rivelarsi molto più costoso rispetto al restyling di un logo o del packaging di un prodotto, ad esempio.

A questo proposito, oggi vedremo qualche consiglio utile per la scelta appropriata del naming di un marchio.

1. Non “Annoiate” I Clienti

Oggi il consumatore medio è “sopraffatto” da aziende e prodotti che competono per ottenere la sua attenzione. Spesso i marchi hanno solo pochi secondi per attirare l’attenzione di un cliente. Quindi, scegliere un nome noioso e/o banale vi metterà in una posizione di svantaggio fin dall’inizio. Ricordate che le persone saranno maggiormente attratte da un nome evocativo che li colpisca profondamente e personalmente.

2. Considerate il Contesto

È più facile giudicare l’efficacia di un nome quando viene inserito in un certo contesto. Come imprenditori, sapete che è essenziale definire lo scopo, i benefici e gli obiettivi del vostro progetto prima di avviare un processo di naming. In questo senso, una bella domanda da porsi è: “Voglio che questo marchio si adatti o si distingua?”

3. Scegliete un Nome Semplice

Tutti vogliamo che i nostri clienti siano in grado di ricordare e pronunciare correttamente il nome del nostro business. Magari anche incoraggiando i loro amici o familiari a cercarlo sui social media o online. Abbiamo tutti incontrato almeno una volta un’azienda o un marchio di cui non abbiamo la minima idea della sua pronuncia! Questi nomi sono molto difficili da ricordare. Creare un brand vincente e riconoscibile è un procedimento complesso. Quindi, conviene sempre andare sul sicuro e ridurre le spese di marketing scegliendo un naming semplice.

4. Non Scegliete Nomi “Criptici”

Un marchio “spiritoso” può essere molto attraente per il pubblico giusto. Tuttavia, quando si tratta di un nome, non utilizzate metafore oscure che solo una piccola parte della vostra potenziale clientela potrebbe capire rapidamente.

5. Fatevi Aiutare

Non cercate di trovare il nome perfetto da soli: effettuare il brainstorming con altre persone aumenterà le vostre possibilità di trovare un nome di successo. Inoltre, se siete perplessi, lavorare con gli altri farà sì che il flusso creativo scorra più efficacemente, facendovi risparmiare tempo e denaro. Spiegare i vostri obiettivi, il vostro marchio e la vostra missione agli altri vi aiuterà anche ad affinare le basi e gli obiettivi del vostro progetto.

6. Controllate La Disponibilità del Dominio

Spesso la disponibilità del dominio è il principale ostacolo nella scelta di un naming efficace. Quindi, prima di scegliere un nome per la vostra attività, controllate se il dominio che desiderate è libero. Potete controllare questo su portali come Godaddy.

7. Attenti alla Lingua

Nel settore del naming, vi sono molte storie di compagnie internazionali il cui nome aveva un significato offensivo o inopportuno in un’altra lingua! Persino un gigante del settore manifatturiero come la finlandese Nokia ha commesso questo tipo di errore: il nome Lumia, che rappresentava la loro vecchia linea di smartphone, in spagnolo significa prostituta! Quindi, soprattutto se il vostro marchio ha ambizioni internazionali, controllate attentamente la presenza di eventuali conflitti linguistici.

8. Tenere Conto delle Implicazioni Legali

Nel processo di naming, bisogna tenere conto delle implicazioni legali. La scelta di un nome già in uso da un’altra azienda non solo annullerà il vostro obiettivo di essere unici, ma potrebbe prima o poi anche causarvi problemi legali. In questo senso, potete affidarvi ad un professionista o ad un’agenzia di grafica pubblicitaria, che potrà sicuramente darvi una mano in questo senso.

9. Avere Bene in Mente La Clientela di Riferimento

La clientela di riferimento o target dovrebbe essere uno dei primi pensieri di chi vuole intraprendere un qualsiasi business. Per quanto riguarda il processo di naming, bisogna sicuramente scegliere un nome che possa piacere al pubblico di destinazione. Mai pensare quindi di sceglierne uno che possa accontentare tutti! Personalizzate il vostro naming per adattarlo alla personalità e ai desideri della vostra clientela. Solo in questo modo riuscirà ad avere un impatto significativo sul successo del vostro business.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.