7 Loghi di Supereroi e La Loro Storia

I loghi dei supereroi rappresentano sicuramente un sogno per tutti i designer: creare un badge che sarà in bella mostra sul petto di un personaggio così famoso, infatti, rappresenterebbe l’apice della propria carriera. La maggior parte dei loghi di supereroi sono belli e particolari, ma possono anche insegnarci qualcosa in materia di design e branding.

Loghi di Supereroi: Storia e Curiosità

A questo proposito, oggi vorrei mettervi a conoscenza dell’affascinante storia che sta dietro sette dei loghi più iconici e memorabili dei supereroi più famosi di sempre e cosa un designer può imparare da loro.

1. Superman

supereroi

Il logo di Superman è stato il primo logo di supereroi ad essere registrato ufficialmente come marchio. Il personaggio della DC Comics fece il suo debutto nel 1938, con la sua distintiva “S” creata da Jerry Siegel e Joe Shuster. Il suo design originario non riscosse molto successo, anche perché assomigliava molto ad un distintivo della polizia! Nel tempo, i designer ne affinarono le forme fino a farlo diventare come quello attuale, con una grande “S” racchiusa all’interno di un pentagono invertito.

Il suo design attuale, grazie anche ai colori rosso e giallo abbastanza accesi, trasmettono un senso di forza e fiducia. Ma i colori possono anche essere considerati come una backstory del protagonista: Roa, il sole del pianeta di Superman, Krypton, è rosso; mentre il giallo raffigura il sole della Terra, da cui il supereroe trae i suoi poteri. La forma a “diamante” del logo è il tratto più maschile del design e, specialmente quando è “incastonato” su un torace muscoloso, trasmette anche un senso coraggio, forza e resistenza.

Nel 1945 divenne ufficialmente un marchio e fu lanciato sul mercato a scopo lucrativo per la commercializzazione di prodotti e la concessione di licenze, in particolare di magliette. Questa tendenza è stata successivamente seguita da Batman, Wonder Woman, Lanterna Verde, Spider-Man e altri.

Nel 2013, il logo subì un restyling riguardante principalmente la “S” dove la lettera, in realtà, rappresenta il simbolo kryptoniano della “speranza”.

2. Capitan America

A differenza di Superman, Capitan America è un supereroe patriottico e “terrestre”. E il suo amore incondizionato per il suo paese d’origine che viene trasmetto dai colori del suo logo e dal costume associato.

Il suo scudo, in origine, era triangolare. Ma dopo i reclami rivolti dal rivale editore di fumetti MLJ circa la somiglianza del personaggio con la propria creazione “The Shield”, il design si è evoluto nella sua attuale forma distintiva circolare.

I cerchi concentrici rossi, bianchi e blu che lo adornano simboleggiano l’infinito, il potere e l’energia, mentre la stella centrale dà all’eroe tutto americano un notevole tocco patriottico. Anche se il design, nel suo complesso, ha una propria identità.

3. Wonder Woman

Quando il personaggio di Wonder Woman fece il debutto nel 1941, il suo emblema era un’aquila. Fu solo negli anni ’80, quando la DC Comics investì pesantemente nel suo trio di supereroi Superman, Batman e Wonder Woman, che l’eroina acquisì un proprio marchio distintivo.

Come simbolo abbastanza generico degli USA, l’aquila non era infatti facilmente associata al personaggio dei fumetti. Senza contare che la società poteva avere qualche problema legale sulla licenza. Il design del logo di Wonder Woman che tutti noi conosciamo si deve al genio del grande Milton Glaser, che fu contattato dalla DC per creare un marchio che fosse sia distintivo del personaggio che dagli elementi patriottici. Il risultato fu un design stilizzato che celebra inoltre la capacità dell’eroina di volare, con un sottile cenno all’originale emblema dell’aquila.

4. Batman

Quello di Batman è stato forse l’emblema che ha subito più restyling nella storia del logo design! Come quello del suo “collega” Superman, il logo di Batman sottolinea il suo fisico muscoloso grazie alla sua forma ovale che si estendeva attraverso il petto. Ma il suo emblema ha anche una funzione pratica: come una silhouette su un riflettore gigante, il segnale del pipistrello veniva usata per richiedere i suoi “servizi” da qualsiasi angolo di Gotham City. Inoltre, si abbinava benissimo ad essere impresso su molti dei suoi strumenti e armi, come il Batarang e la Batbelt.

Mentre il design del pipistrello è rimasto negli anni il suo tratto distintivo, la sua forma e quella del logo in generale hanno subito significativi cambiamenti nei decenni.

In definitiva, il segreto di un branding di successo è la comprensione del mercato di destinazione. A differenza del logo di Superman, che trasmette più onore, speranza e orgoglio nel grande pubblico, il simbolo di Batman viene spesso presentato come oscuro, misterioso e minaccioso, destinato quindi a far paura ai criminali.

5. The Punisher

Quando si tratta di anti-eroi, nessuno è più oscuro come uno dei personaggi principali della Marvel’s, The Punisher. Il suo logo, che raffigura un teschio molto minaccioso “nascosto” dall’oscurità, è generalmente l’ultima cosa che i suoi nemici tendono a vedere prima di morire per mano del giustiziere solitario.

Il logo del Punisher fu creato dall’artista John Romita Sr. Negli ultimi anni, il design è stato anche utilizzato da alcune divisioni delle forze armate statunitensi, in particolare dai temutissimi Navy Seal e dalla 24ª fanteria. L’immagina fu addirittura verniciata a spruzzo su edifici, veicoli e attrezzature in Iraq e in Afghanistan, proprio con lo scopo di incutere paura nei nemici.

6. SpiderMan

Uno dei personaggi più amati della Marvel è sicuramente SpiderMan che, come quello di Batman, ha un logo che si è evoluto in modo significativo nel corso dei decenni senza però mai perdere la sua associazione con la creatura (il ragno) che ha ispirato il suo nome e a cui deve i suoi superpoteri.

Quando il personaggio apparve per la prima volta nel fumetto Amazing Fantasy, il suo badge aveva un design rotondo e più “cartoon” rispetto a quello attuale. La dimensione e la forma del simbolo sono cambiate notevolmente negli anni: soprattutto le zampe del ragno, che oggi sono più lunghe rispetto al passato.

Alcune di queste evoluzioni del logo sono basate sulla storia del personaggio, come quando Peter Parker si “lega” con il Symbiote per creare Spiderman nero e la versione “total black” della sua tuta. Questa versatilità, specialmente quando si tratta di adattamenti di film, aiuta a mantenere il personaggio sempre attuale e pertinente.

7. Lanterna Verde

Tecnicamente, i “Green Lantern Corps” della DC costituiscono un intero esercito di “peacekeepers” galattici, piuttosto che un singolo supereroe.

Ad ogni modo, il logo della Lanterna Verde non è solo una versione stilizzata della lanterna stessa, ma può essere vista anche come una rappresentazione grafica di una grande forza di volontà, ovvero l’elemento che accomuna tutta la squadra di questi supereroi.

Il logo della Lanterna Verde è anche associato ad altri sei simboli: l’avidità, la paura, la rabbia, la compassione, l’amore e la speranza, nonché il bianco e nero per rappresentare rispettivamente la vita e la morte.

È una gerarchia di branding complessa che solo gli appassionati di fumetti apprezzeranno appieno, ma il logo originale Green Lantern dimostra che spesso sono le forme più semplici ad essere quelle più memorabili.

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Share on Reddit0Pin on Pinterest0

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *